2010: una sfida per il marchio


Come funziona un marchio irresistibile?

In passato, nella valutazione del marchio, si parlava di visibilità del marchio (Brand Awareness). Più grande la visibilità, più forte il marchio. Per le aziende è stato possibile aumentare la percezione tramite i cosiddetti meccanismi PUSH. Ma il 2009 ha assistito al radicale cambiamento dei meccanismi, da PUSH a PULL. PUSH non funziona più e PULL determina la perdita di controllo. L’effetto del marchio adesso è difficilmente controllabile, la consapevolezza si crea senza i meccanismi PUSH.

Il 2010 sarà l’anno nel quale il marchio dovrà rafforzare la sua irresistibilità. Solo chi investirà l’energia del marchio in irresistibilità, potrà ottenere un contributo per il valore dell’azienda.

4 principi di base che contraddistinguono un marchio irresistibile:

1. Un marchio irresistibile è irrazionale e spesso anche inattaccabile.

Crea avidità ed invidia ottenendo cosí un valore aggiunto. È proattivo e nello stesso tempo tranquillizzante, perché trasmette una buona impressione venendone a contatto. Riesce a creare cultura, che agisce da catalizzatore sociale. Questo raggio sociale più ampio e la relativa buona impressione aumentano la creazione del valore.

2. Un marchio irresistibile si muove costantemente con senso e convinzione.

Questo movimento è così forte, che ha l’effetto di una calamita. Il magnetismo è come un invito e richiede fervore. Si crea una voglia di partecipazione ed integrazione. Il risultato è una community che condivide le sensazioni con gli altri ed aumenta e rafforza il magnetismo.

3. Un marchio irresistibile ha una costante voglia di riscoprirsi e ricrearsi. .

È irriquieto, non può fermarsi ed ha paura di sembrare statico. Cerca di vedere i nessi in un modo diverso e di interpretarli in modo sorprendente. Crea così spazio libero che può usare per l’innovazione, per nuove vie, per il superamento di precedenti confini, per cambiamenti approfonditi ed ampi. Una premessa importante per lo sviluppo di un mercato proprio.

4. Un marchio irresistibile è in grado di sviluppare con i clienti una propria lingua.

È inoltre in grado di influenzare il comportamento e di cambiare i modi di vedere. Così nasce un campo di gioco con nuove regole che escludono la concorrenza. E, cosa importante, un marchio irresistibile guarda anche oltre il profitto! Solo così può creare una propria categoria tutta nuova.

Quasi nessuna azienda sarà in grado di trasformare in realtà tutti e quattro i principi di base. A volte però basta un solo criterio se è perseguito intensamente, in modo onesto ed irresistibilmente. Più principi vengono però considerati, più grande e potente sarà l’effetto e l’attrazione del marchio.

Testate il fattore irresistibilità del vostro marchio! Il Brand Scan vi dice il potenziale di sviluppo.


About this entry